La Folgore inizia l’anno con un convincente successo sul Kamarat

Inizia con un convincente successo il girone di ritorno della Folgore di Totò Brucculeri. Dopo un mese di stop i rossoneri tornano in campo e battono il Kamarat di Mimmo Bellomo. Il tecnico rossonero si affida ad un modulo alquanto offensivo, un 4-2-4 ed in possesso palla avversaria, i due esterni d’attacco, Corso ed Etmane retrocedono sulla linea mediana trasformando l’impianto di gioco in 4-4-2. Brucculeri si affida al tandem di attacco composto da Rustico e dall’ultimo arrivato in casa rossonera, Roberto Cortese che bagna l’esordio con due goal. Grimaudo fra i pali, Loddo e Scappini gli esterni bassi, Cascio e Rallo i centrali di difesa. Montepiano e Bono in mediana, Corso ed Etmane esterni alti, Cortese e Rustico completano l’undici iniziale.

Gli intensi allenamenti ed i carichi di lavoro in questa lunga pausa si sono visti specialmente nella prima mezz’ora di gioco, tanto che il Kamarat riesce ad imbrigliare il gioco della Folgore. Intorno alla mezz’ora i rossoneri cercano con insistenza di riversarsi nella metà a campo avversaria e proprio da una di queste sortite offensive, Roberto Cortese trova lo spazio giusto e con grande freddezza e cinismo porta in vantaggio la Folgore. Sul finire del primo tempo, una palla ben lavorata da Loddo sull’out di sinistra giunge sui piedi di Cortese che bissa il risultato sul 2-0. Nella ripresa i rossoneri cercano di gestire la gara ma non rinunciano a qualche folata offensiva, in una incursione di Etmane, Rustico fa il tre a zero. Una girandola di cambi per concedere minuti importanti ai vari Khaled, Callea, Inzirillo e Ceesay ed il goal degli ospiti nel finale chiudono la gara. I folgorini a fine partita festeggiano il meritato successo sotto la curva con i gruppi ultrà che incessantemente hanno incoraggiato i rossoneri per tutti i novanta minuti.

Le pagelle dei rossoneri:

GRIMAUDO 6: altra gara da spettatore, il portiere rossonero non è chiamato mai in causa dagli avanti agrigentini, gioca molto con i piedi e tenta disperatamente di salvare l’imbattibilità. Giornata pressochè tranquilla. INOPEROSO.

LODDO 6: il giovane 2004 vive la sua domenica con un inizio choc, tanto che il tecnico lo sposta sul versante di sinistra, i suoi “blocchi” sono più mentali che fisici. Pian piano ritrova la tranquillità ed è bravo a fornire l’assist a Cortese per il 2-0. Nella ripresa il suo compito è quello di non farsi trovare impreparato, mette impegno e voglia. C’è tanto da lavorare per il giovane specialmente sull’approccio alla partita. SUFFICIENZA.

SCAPPINI 6,5: ha gamba e tanta corsa, riesce a creare incursioni importanti, nonostante il colpo subito, rimane in campo, osannato dalla Nord. E’ uno di quelli che ha dimostrato di aver caricato bene tutto il lavoro atletico fatto in questo lungo periodo di pausa. CURSORE.

MONTEPIANO 6,5: il capitano si fa trovare sempre pronto a liberare i pensieri dei compagni quando c’è da impostare la manovra. E’ capace di prendersi responsabilità soprattutto quando giungono palloni sporchi da addomesticare. Il mediano lo fa bene con spirito e consapevolezza. SENSATO.

RALLO 6,5: quando c’è da spazzare e liberare la sua zona di campo non ci pensa su due volte. E’ attento a non farsi prendere il tempo dagli avanti avversari. Tiene bene la linea difensiva. CONSAPEVOLE.

CASCIO 6,5: il buon Francesco parte un pò con il freno a mano tirato. Qualche appoggio sbagliato poi riesce pian piano a far risalire l’indice di gradimento, ed è sempre pronto e puntuale. Fino alla fine, nessuna sbavatura. EQUILIBRIO.

CORSO: 6 non è stato esplosivo come l’ultima del 2021, il tecnico gli chiede di sacrificarsi in fase di possesso palla avversaria. Qualche difficoltà in avanti ma tanto lavoro in aiuto del centrocampo. ACCURATO.

BONO: 6,5 nella zona nevralgica del campo il compito affidato dal tecnico è quello di imbastire le transizioni offensive, non è stato brillantissimo ma lui comunque c’è sempre ad assumersi le dovute resposabilità. SISTEMATO.

CORTESE 8: esordio con doppietta per il bomber rossonero! Il colpo di mercato del club rossonero ripaga la fiducia con una prova di livello. La sua prestazione ricompensa tutti: la società che lo ha fortemente voluto ed i tifosi che hanno trovato un ottimo “puntero”. BENIAMINO.

RUSTICO 7: quando un attaccante torna al goal è sempre un ottimo segnale per tutti soprattutto per il calciatore che si è sempre distinto, anche nelle domeniche meno belle, per spirito ed abnegazione. SERIO.

ETMANE 7: non trova il goal ma fin dal primo minuto è uno dei calciatori che tenta iniziative. E’ chiamato al sacrificio dal tecnico per mettersi in mediana quando la palla è degli avversari. RISORSA.

kHALED, CALLEA, CEESAY, INZIRILLO 6: i minuti disputati sono importanti per tutti, farsi trovare sempre a disposizione è un buon segnale per tutto l’ambiente. PRONTI.

BRUCCULERI 7: rimescola le carte, si affida ad un modulo alquanto offensivo, con due punte di razza. Chiede tanto sacrificio agli esterni, 6 vittorie in 10 gare, da quando è sulla panchina rossonera, sono un buon bottino per mantenere alto il morale della squadra. Pretende tanto dai suoi soprattutto in termini di sforzo fisico. Sta lavorando molto sull’aspetto mentale. Sa il fatto suo. RIGIDO.

One Reply to “La Folgore inizia l’anno con un convincente successo sul Kamarat”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.