Commento & Pagelle | Carini-Folgore 0-1

La Folgore di Messana brinda all’esordio nel campionato di Promozione con un successo esterno meritato. Il risultato finale premia la prestazione dei rossoneri che a due dal novantesimo trovano, grazie ad un’autorete, il sigillo vincente. Rispetto alla gara di Coppa Italia, vinta poi 0-3 a tavolino, il tecnico rossonero rimescola le carte mandando in campo i suoi con un 4-4-2. Torna Longo fra i pali, Zito e Scappini esterni bassi, coppia di centrali formata da Genesio e dall’esordiente argentino Miguel Barbero. In mediana Khaled e Vito Bono, sulle corsie Pulizzi a destra e Lupo a sinistra, in avanti il duo Rustico-Carovana. Nella ripresa spazio al castelvetranese Salvo, Balneare e Lombardo. Tante le occasioni da rete per i rossoneri che hanno cercato fin dalle prime battute di imporre il proprio gioco. Nella seconda frazione l’undici folgorino spinge di più tanto da creare le migliori occasioni, fra queste da sottolineare l’incrocio dei pali colpito da Genesio direttamente da calcio di punizione. Al minuto 88, una bella manovra porta l’esordiente Pulizzi a mettere una palla nel mezzo che diventa assist per il difensore del Carini Caronia che è sfortunato a mettere la sfera nella sua porta. Nei minuti di recupero i locali tentano la via del pareggio, su una mischia è Longo con i piedi a sventare il pericolo.

LE PAGELLE dei rossoneri

LONGO 7: una gara inoperosa per il veterano guardiapali, ordinaria amministrazione e tanta sicurezza in alcune uscite. Il buon Fabio ha però il gran merito di salvare il risultato con un intervento di piede. GARELLIK

ZITO 6: il calciatore castelvetranese è attento in fase difensiva e non sbaglia quasi mai, quando deve proporsi farebbe bene ad osare un tantino in più. Rispetto all’esordio in Coppa un passetto avanti. PRUDENTE.

SCAPPINI 6,5: i frutti di una preparazione dura inizia a raccoglierli, è una risorsa quando c’è da difendere, potrebbe fare molto di più in avanti, sfiora il goal del vantaggio, ecco perchè dovrebbe ogni tanto azzardare più frequentemente in fase offensiva. VOLENTEROSO.

BONO 6: impiegato nel mezzo non può dare quello che vuole per via di un guaio fisico che lo tartassa ormai da tempo. Addomestica qualche palla ma lo sforzo atletico lo trattiene e si vede. CLAUDICANTE.

GENESIO 7,5: giocatore che farebbe le fortune di qualsiasi allenatore. Intelligenza tattica da vendere, primeggia nei duelli e poi quando c’è da mettere la palla anche a 40 metri è molto preciso. L’incrocio dei pali su punizione poteva rendere magnifica la sua domenica. PERFETTO.

BARBERO 6,5: non fosse per l’unico errore in appoggio, Miguel sarebbe stato uno dei migliori in campo. Duella, vincendo quasi sempre, con l’esperto avanti del Carini. Il suo esordio è ok! LODEVOLE.

PULIZZI 7: un pò timida la prima frazione, la corsia di destra del primo tempo rossonero sembra leggerina. Pian piano inizia a prendere confidenza. Il goal vittoria gli appartiene per quella palla messa nel mezzo. MERITO.

KHALED 6,5: ovunque in mezzo, perde, recupera e imposta, recupera e imposta, imposta e perde, poi recupera, è il calciatore che già lo scorso campionato ha fatto della duttilità la sua migliore virtù. RISORSA.

CAROVANA 5,5: il carico di lavoro effettuato in ritardo lo penalizza. Tanto che quando si costruisce una bella palla goal, la lucidità dei tempi migliori è ancora da conquistare. OPACO.

RUSTICO 5,5: il capocannoniere rossonero della scorsa stagione è ancora alla ricerca del primo sigillo. L’intesa con Carovana è da rivedere, i carichi di lavoro si fanno sentire. VELATO.

LUPO 6,5: specialmente nella prima frazione ha cercato e tentato di proporsi con personalità nonostante la giovane età. Impatto buonissimo con l’esordio in campionato. PROSPETTIVA.

SALVO 6: entra nel momento più vivo del match e specialmente sulla sinistra in fase offensiva da una mano ai suoi compagni. ATTENTO.

BALNEARE 6,5: un paio di spunti e l’avvio dell’azione che poi ha portato all’autorete. Dopo la prestazione così così nell’esordio in Coppa anche lui è uno di quelli che potrebbe fare molto bene. DISPONIBILE.

LOMBARDO 6,5: entra in campo e dirige la difesa. Dopo il vantaggio rossonero, inizia a far sentire a tutta la squadra il peso della caratura. ESPERIENZA.

GIOVANNI MESSANA 7: vincere la prima di campionato in trasferta è sempre meritevole di elogi. La strada è lunghissima ma partire con il piglio giusto la dice lunga sulla sua voglia di fare bene. ACCURATO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.