Rodriguez certezza, Lupo intelligente, Spinelli atomico! | FOLGORE-SAN VITO 2-1

Le Pagelle dei rossoneri

LONGO 6,5: incolpevole sul goal di Bulades, non è chiamato mai in causa ma è l’ordinaria amministrazione, specialmente nel secondo tempo che fornisce in giusta maniera. Nonostante un guaio muscolare rimane in campo fino alla fine, fino alla vittoria. SICURO.

GENESIO 6,5: l’infortunio di Barbero lo sposta in posizione centrale, il suo bagaglio d’esperienza è adatto ad arginare le offensive avversarie. Un errore d’impostazione porta al goal dello svantaggio ma non si perde d’animo e si mette a disposizione di un reparto penalizzato dagli infortuni. DILIGENTE.

KHALED 7: due gare in una, nel primo tempo tergiversa e spesso è preso d’assalto dagli avanti avversari, non è certo il suo ruolo d’origine. Nella ripresa indossa la corazza ed inizia a combattere ed a proporsi con forza e volontà. VOGLIOSO.

RODRIGUEZ 7,5: perno del centrocampo rossonero, la sua gara viaggia su binari doppi, uno è poco preciso l’altro è estremamente di livello. Si esalta nella ripresa e prende in mano la situazione e crea i corridoi giusti per i compagni. CERTEZZA.

RALLO 7: una delle migliori prestazioni del difensore rossonero, regge il peso delle retrovie, senza troppi fronzoli, la voglia e la determinazione messe sul campo sono alquanto meritevoli. CAPARBIO.

BARBERO S.V.

BALNEARE 6.5: uno dei pochi a salvarsi nel primo tempo opaco della Folgore. Il tecnico lo sacrifica come esterno basso, lui che solitamente gioca avanzato. Il ragazzo del 2005 comprende sul campo che bisogna dare sempre tutto anche fuori ruolo, non ha nelle sue corde certi movimenti difensivi ma va bene lo stesso. ADATTATO.

LUPO 7,5: il primo goal con la maglia della Folgore vale da solo il voto alto. Cerca di farsi trovare pronto aiutando in mediana i suoi compagni, poi al minuto 65 ribalta il risultato con un’azione dove mette in mostra i suoi mezzi, velocità, estro e voglia di goal. INTELLIGENTE.

GALLUZZO 7: pochi minuti sono bastati al nuovo arrivato a far vedere di che pasta è fatto. Lotta contro i difensori avversari, fa anche a sportellate se c’è bisogno. Nella ripresa costruisce l’azione del vantaggio, rimane alto perchè crede più di tutti nella ripartenza e manda Lupo ad aprire le porte del nostro paradiso. Nessun dubbio: Galluzzo si è integrato subito come se fosse stato sempre in rossonero. GUERRIERO.

BONO 7: pennella parabole importanti nell’area avversaria, quando addomestica quei palloni da l’impressione che abbia due calamite, una nello scarpino ed un nella sfera. Dall’alto della sua esperienza non si risparmia, figura al cospetto di un avversario di livello. PONDERATO.

ACHOUR 5,5: bagna l’esordio con una prestazione opaca. Qualcosa fa, un recupero importante ed un passaggio filtrante ma si vede che la timidezza lo ha sopraffatto. Non è quello visto ieri, Bilel si rifarà sicuramente. TIMIDO.

RUSTICO 6,5: il tecnico gli chiede il sacrificio di entrare in campo nonostante il flessore non sia a posto. Rimane sempre in partita e si ritaglia un ruolo importante. ATTENTO.

SPINELLI 7: mezzo voto meno per l’espulsione ma il suo impatto con la partita e con la Folgore è stato letteralmente devastante. Di testa pareggia i conti, poi sfiora ancora il goal in due occasioni, la bordata di sinistro rischia di far cadere il Marino. ATOMICO.

CEESAY 6,5: entra in campo al posto di un claudicante Rustico, si mette in una posizione per allungare la squadra e lo fa egregiamente. CALMO.

NASTASI 6,5: il giovane castelvetanese subentra a Lupo, vittima di crampi, e fino alla fine tiene bene la posizione. DISPONIBILE.

MESSANA 7: di necessità virtù, senza squalificati ed infortuni ridisegna una Folgore che affronta una delle candidate serie a vincere il campionato. Non si perde d’animo e questo i suoi calciatori lo hanno repecito e ripagato. ATTENTO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *